È il tempo dei sorrisi semplici e delle risate irrazionali.
Degli abbracci spontanei e delle chiacchierate a cuore aperto.
Degli amori disillusi, finiti ma mai dimenticati, di quelli appena iniziati e di quelli che non finiranno mai perché si sono ancorati in fondo al cuore e laggiù nei ricordi più lontani.

È il tempo dei tulipani rosa, che profumano di primavera, di felicità e bellezza.
Di libri letti tutti d’un fiato e che poi vuoi rileggere all’infinito perché ti hanno talmente colpito che ogni volta la mente fa un sussulto.
È il tempo di camminare a testa alta, di affrontare la vita e tutto ciò che di bello e meno bello ha da offrire, perché dietro alla fatica, dietro ai pianti o ai sorrisi, dietro a tutti gli sforzi fatti c’è sempre l’arcobaleno.

È tempo di capire cosa si vuole, dove si deve andare e chi si vuole diventare, perché a volte basta seguire l’istinto per essere felici.

È tempo di primavera, di ballare sotto la pioggia e di non avere più paura di mondo, ma di avere il coraggio per affrontarlo con un sorriso.